Categories: Parola del Giorno

12 Febbraio 2018 – Lunedì – 6a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :Ma egli sospirò profondamente e disse: «Perché questa generazione chiede un segno?

Vangelo del giorno:  Mc 8,11-13

Quante volte è capitato di avere a che fare con qualcuno
che per credere esige di vedere segni
al modo in cui lui se li aspetta,
oppure ci si perde in estenuanti discussioni perditempo
nutrite da parole a più non posso
e polemiche infarcite di sofismi
per tenere il proprio punto, senza cedere all’altro
neppure un minimo di dubbio per dargli il tempo del respiro.
E alla fine, quando – per un verso o per l’altro –
si riesce almeno a chiudere il discorso
scatta subito un sospiro di sollievo.
È successo anche a Gesù che incontrando i farisei
– questa volta forse anche più ostinati –
sembra essere arrivato (il sospiro lo fa pensare):
butta lì una domanda e una risposta a cui pensare
e li lascia lì a parlare, mentre lui
se ne risale sulla barca e se ne va all’altra riva.
Un altro modo per scuotere la polvere
dinanzi a chi, per non sentire, chiude il cuore.

Dal Vangelo secondo Marco:

In quel tempo, vennero i farisei e si misero a discutere con Gesù, chiedendogli un segno dal cielo, per metterlo alla prova.
Ma egli sospirò profondamente e disse:«Perché questa generazione chiede un segno?
In verità io vi dico: a questa generazione non sarà dato alcun segno».
Li lasciò, risalì sulla barca e partì per l’altra riva
.