Categories: Parola del Giorno

22 Giugno 2018 – Venerdì – 11a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno: “se il tuo occhio è cattivo, tutto il tuo corpo sarà tenebroso”

Vangelo del giorno: Mt 6,19-23

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non accumulate per voi tesori sulla terra, dove tarma e ruggine consumano e dove ladri scassinano e rubano; accumulate invece per voi tesori in cielo, dove né tarma né ruggine consumano e dove ladri non scassinano e non rubano.
Perché, dov’è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore.
La lampada del corpo è l’occhio; perciò, se il tuo occhio è semplice, tutto il tuo corpo sarà luminoso; ma se il tuo occhio è cattivo, tutto il tuo corpo sarà tenebroso.
Se dunque la luce che è in te è tenebra, quanto grande sarà la tenebra!».

Anche se qui Gesù lo definisce lampada del corpo,
l’occhio – si sente dire spesso – è lo specchio dell’anima:
trasmette quello che l’uomo porta dentro
ma riesce anche a fare luce sul cammino
dove il corpo deve o vuole andare.
Se l’occhio è buono, ed è capace di vedere il bene,
con più facilità lo può produrre o anche accompagnare,
muovendo il corpo in ogni direzione,
dovunque lo si possa fare;
ma se, invece l’occhio è cattivo – ossia se non rispecchia
la bontà interiore, perché dentro si ha solo cattiveria,
allora non c’è modo che lo stesso corpo
si possa muovere e orientare verso il bene:
l’amore di Dio non sale dal di dentro
e verso il prossimo nessuno non lo potrà donare.