Categories: Parola del Giorno

10 Settembre 2018 – Lunedì – 23a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno: “Ma Gesù conosceva i loro pensieri”

Vangelo del giorno: Lc 6,6-11

Dal Vangelo secondo Luca

Un sabato Gesù entrò nella sinagoga e si mise a insegnare. C’era là un uomo che aveva la mano destra paralizzata. Gli scribi e i farisei lo osservavano per vedere se lo guariva in giorno di sabato, per trovare di che accusarlo.
Ma Gesù conosceva i loro pensieri e disse all’uomo che aveva la mano paralizzata: «Àlzati e mettiti qui in mezzo!». Si alzò e si mise in mezzo.
Poi Gesù disse loro: «Domando a voi: in giorno di sabato, è lecito fare del bene o fare del male, salvare una vita o sopprimerla?». E guardandoli tutti intorno, disse all’uomo: «Tendi la tua mano!». Egli lo fece e la sua mano fu guarita.
Ma essi, fuori di sé dalla collera, si misero a discutere tra loro su quello che avrebbero potuto fare a Gesù.

 

Benché questa volta Gesù ci vada lentamente,
gli scribi e i farisei trovano comunque da ridire.
A loro non sta bene quasi nulla di ciò che Gesù fa,
e, soprattutto non sta bene che lo faccia
con quella libertà che usa a modo suo,
senza restrizioni né condizionamenti.
Sentendo sempre addosso i loro occhi
puntati su di lui con malizia
e con un cuore duro, pronto a giudicare,
conoscendoli davvero nel profondo,
Gesù, che li conosce bene nel profondo,
non manca occasione per stimolarli,
anche se questo suo atteggiamento
provoca in loro tanta rabbia.