Categories: Parola del Giorno

10 Novembre 2018 – Sabato – 31a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno: “ma Dio conosce i vostri cuori”

Vangelo del giorno: Lc 16,9-15

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù diceva ai discepoli: «Fatevi degli amici con la ricchezza disonesta, perché, quando questa verrà a mancare, essi vi accolgano nelle dimore eterne. Chi è fedele in cose di poco conto, è fedele anche in cose importanti; e chi è disonesto in cose di poco conto, è disonesto anche in cose importanti. Se dunque non siete stati fedeli nella ricchezza disonesta, chi vi affiderà quella vera? E se non siete stati fedeli nella ricchezza altrui, chi vi darà la vostra?
Nessun servitore può servire due padroni, perché o odierà l’uno e amerà l’altro, oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire Dio e la ricchezza».  I farisei, che erano attaccati al denaro, ascoltavano tutte queste cose e si facevano beffe di lui. Egli disse loro: «Voi siete quelli che si ritengono giusti davanti agli uomini, ma Dio conosce i vostri cuori: ciò che fra gli uomini viene esaltato, davanti a Dio è cosa abominevole».

 

E meno male – verrebbe da pensare –
perché se ciò non fosse, e anche Lui
dovesse limitarsi a vedere solo ciò che appare,
povero mondo, e soprattutto, poveri noi.
Tentati come siamo di amministrare
quello che abbiamo avuto in dono
con modalità e fini egoistici ed interessati,
capaci di ritenerci soddisfatti anche innanzi a Dio,
sempre pronti a scusarci e a ritenerci a posto
per tutto quello che facciamo,
mentre nel profondo non lo siamo.
Farisei, dunque, mascherati proprio come quelli
ai quali Gesù fa riferimento in questo brano.
Colui che ci tenta e ci fa cadere
e poi è lì a riderci alle spalle, soddisfatto,
senza capire che il cuore in fondo in fondo cerca Dio,
anche se troppo spesso deve fare i conti con la fragilità.
Dio conosce i cuori. E proprio questo ci assicura
che possiamo nutrire la speranza che anche quando
l’amore che portiamo dentro non appare
Lui riesca a trovarne almeno un po’
nel fondo di ogni cuore.