Categories: Parola del Giorno

28 Gennaio 2019 – Lunedì – 3a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno: “se una casa è divisa in se stessa, quella casa non potrà restare in piedi”

Vangelo del giorno: Mc 3,22-30

Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, gli scribi, che erano scesi da Gerusalemme, dicevano: «Costui è posseduto da Beelzebùl e scaccia i demòni per mezzo del capo dei demòni». Ma egli li chiamò e con parabole diceva loro: «Come può Satana scacciare Satana? Se un regno è diviso in se stesso, quel regno non potrà restare in piedi; se una casa è divisa in se stessa, quella casa non potrà restare in piedi. Anche Satana, se si ribella contro se stesso ed è diviso, non può restare in piedi, ma è finito. Nessuno può entrare nella casa di un uomo forte e rapire i suoi beni, se prima non lo lega. Soltanto allora potrà saccheggiargli la casa. In verità io vi dico: tutto sarà perdonato ai figli degli uomini, i peccati e anche tutte le bestemmie che diranno; ma chi avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo non sarà perdonato in eterno: è reo di colpa eterna». Poiché dicevano: «È posseduto da uno spirito impuro».


Gesù stesso non lo augura a nessuno,
per questo mette in guardia i suoi discepoli
e la folla che lo ascolta e gli sta dietro,
conquistata dalla sua pazienza e bontà.
Lo dice soprattutto in risposta agli scribi
che – incapaci di ragionare, per partito preso su di lui –
lo hanno accusato di scacciare i demoni
con l’aiuto del capo dei demoni.
Assurdità lampante. Ma non dobbiamo meravigliarci
perché, ancora oggi, di assurdità,
per non schierarsi dalla parte di Gesù,
o per portarlo dalla propria parte,
a giustificare le proprie scelte e comportamenti
se ne pensano e se ne dicono parecchie.