Categories: Parola del Giorno

21 Febbraio 2019 – Giovedì – 6a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno: “Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo”

Vangelo del giorno: Mc 8,27-33

Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù partì con i suoi discepoli verso i villaggi intorno a Cesarèa di Filippo, e per la strada interrogava i suoi discepoli dicendo: «La gente, chi dice che io sia?». Ed essi gli risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa e altri uno dei profeti».
Ed egli domandava loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro gli rispose: «Tu sei il Cristo». E ordinò loro severamente di non parlare di lui ad alcuno.
E cominciò a insegnare loro che il Figlio dell’uomo doveva soffrire molto ed essere rifiutato dagli anziani,
dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e, dopo tre giorni, risorgere.
Faceva questo discorso apertamente. Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo. Ma egli, voltatosi e guardando i suoi discepoli, rimproverò Pietro e disse: «Va’ dietro a me, Satana! Perché tu non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini».


Fino a quando si tratta di spiritualità,
o anche di opinioni da riferire, Pietro è bravo:
ascolta e intuisce perfino la divinità del Maestro
e, interrogato, la confessa chiaramente.
Ma quando sente parlare di oltraggi, sofferenza e morte,
allora proprio non ce la fa, e cerca in tutti i modi
di dissuadere Gesù dal parlare apertamente
della fine ignominiosa che lo aspetta.
Gesù parla apertamente, innanzi a tutti, mentre Pietro
lo tira in disparte e gli fa una paternale a tu per tu;
ma, poveretto, il rimprovero che prende
è tra i peggiori che si siano mai uditi:
davanti a tutti Gesù lo chiama “satana” e lo invita
a togliersi di mezzo perché il suo modo di ragionare
non ha nulla a che vedere col volere del Signore.
Quando l’amore chiama a donarsi e a pagare di persona,
il pensiero di Dio non è al risparmio.
E Gesù non è certo il tipo
che si tira indietro.