Categories: Approfondimenti, Chiesa, Il Vagabondo, Oasi Tags:

Tra i cristiani non ci sono spettatori

Ordinazione diaconale di un membro della comunità Oasi mariana Betania, in Diocesi di Arezzo.

Nel giorno in cui la Diocesi tutta festeggia il santo patrono Donato, il vescovo Riccardo ha ordinato diacono il nostro ‘oasino” Tommaso Condello. Una piccola rappresentanza della Comunità dell’Oasi ha potuto partecipare alla celebrazione e godere del momento di festa per tutta la chiesa aretina,condividendo la gioia di quel momento con l’ordinato, i suoi familiari e la Comunità dell’Oasi tutta.Oltre ai vari momenti toccanti che il rito dell’ordinazione porta con sé,ci hanno molto colpito le parole con le quali il vescovo, nel corso dell’omelia, ha ringraziato Tommaso:

“Da stasera, Tommaso, ti rendi disponibile ad esercitare il Ministero della Parola per il quale ti sei con sacrificio preparato. Il Signore ti chiama al Ministero della Carità che hai, da molti anni, già praticato. La sua stessa scelta professionale corrisponde alla volontà di essere vicino in modo efficace a chi ha bisogno di aiuto. Già la Teologia della Riforma fissò, per i laici, nel lavoro quotidiano il modo di professare la fede”.

Il vescovo si è poi rivolto a tutti i laici presenti con un appello che può valere non soltanto per la Chiesa di Arezzo. Riportiamo anche questo intendendo indirizzarlo a tutti i nostri lettori perché si rendano sensibili e disponibili nei confronti della Chiesa alla quale appartengono: “Abbiamo anche un grande bisogno di Lettori,Accoliti,Ministri Straordinari della Comunione. Ugualmente c’è viva necessità di catechisti, animatori della Pastorale giovanile, animatori della Pastorale familiare, animatori della Carità, animatori missionari e incaricati degli edifici di culto. Tutti siamo chiamati a fare la nostra parte: tra i cristiani non ci sono spettatori”.