Categories: Parola del Giorno

17 Maggio 2020 – 6a Domenica di Pasqua – A

Parola del giorno: “In quel giorno voi saprete che io sono nel Padre mio e voi in me e io in voi”

Vangelo del giorno: Gv 14,15-21

Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre, lo Spirito della verità, che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete perché egli rimane presso di voi e sarà in voi. Non vi lascerò orfani: verrò da voi. Ancora un poco e il mondo non mi vedrà più; voi invece mi vedrete, perché io vivo e voi vivrete. In quel giorno voi saprete che io sono nel Padre mio e voi in me e io in voi.
Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama. Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch’io lo amerò e mi manifesterò a lui».

“In quel giorno…”. Quanto è stato importante quel giorno.
E quanto lo è ancora!
È il giorno in cui termina l’attesa e l’arsura dell’amore
si fa un tutt’uno con l’Amante che diventa…Amato.
Non per nostro merito o per nostra forza o intelligenza,
ma per lo Spirito d’amore che – promesso –
arriva per rimanere ed operare in noi.
È il giorno della verità che apre alla conoscenza piena;
o almeno quanta basta perché ognuno
che lo accoglie si avventuri
cominciando proprio dal …lasciarsi amare,
fidandosi della sua parola e della sua promessa,
e lasciandosi trasportare dall’amore
fino all’osservanza dei suoi comandamenti
perché è questo il segno di riconoscimento.
È il giorno della conoscenza che si fa attrazione
e subito… conquista, perché l’Amore corrisposto
crea fascino e a tutti porta gioia.
Quanto desiderio suscita “quel giorno…” ancora oggi!
Ma non è già venuto?
Per i presenti di due millenni fa ogni promessa si è compiuta;
e così per quanti nei secoli hanno creduto
e si sono fidati della loro testimonianza.
Per chi lo attende ancora, intensamente,
la promessa e le condizioni rimangono le stesse.
La chiave per vederne il compimento è già posta
nelle mani di ciascuno, si chiama “Se mi amate…”.
Il rispetto pieno della libertà….è la firma garantita
del buon Dio che sta bussando. E aspetta.