Categories: Parola del Giorno

13 Giugno 2020 – Sabato – 10a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno: “Sia invece il vostro parlare: “Sì, sì”; “No, no”; il di più viene dal Maligno”

Vangelo del giorno: Mt 5,33-37

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Avete anche inteso che fu detto agli antichi: “Non giurerai il falso, ma adempirai verso il Signore i tuoi giuramenti”. Ma io vi dico: non giurate affatto, né per il cielo, perché è il trono di Dio, né per la terra, perché è lo sgabello dei suoi piedi, né per Gerusalemme, perché è la città del grande Re. Non giurare neppure per la tua testa, perché non hai il potere di rendere bianco o nero un solo capello. Sia invece il vostro parlare: “Sì, sì”; “No, no”; il di più viene dal Maligno».

L’affermazione è chiara, secca e…vincente.
E per di più è frutto di esperienza personale collaudata.
Gesù la offre a noi con la stessa determinazione
con cui lui per primo l’ha usata, sapendo che il Maligno
è abile e astuto seduttore, sempre pronto a usare
insinuazione e mezze verità pur di riportar vittoria.
Meglio non dare spazio a dubbi o a proposte di alcun genere
per non rischiare di essere sedotti dai suoi fini ragionamenti
o da mille spiegazioni raffinate di cui il nemico è maestro,
servendosi di chiunque e approfittando di ogni situazione.
La miglior cosa è dire sì, se la risposta è sì,
oppure no, quando invece è no.
Le mezze verità, i dubbi, le inquietudini e i ripensamenti
lui li usa a perfezione come utensili del suo mestiere.
E allora meglio restare fermi al si o al no
senza cedere neppure un’unghia al di più.