Categories: Oasi, Parola del Giorno

MEDITANDO CON IL CALENDARIO DELL’OASI – Giovedì della 1a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno:  “Se vuoi, puoi purificarmi!”

Vangelo del giorno: Mc 1,40-45


Dal Vangelo secondo Marco
In quel tempo, venne da Gesù un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!». E subito, la lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato.
E, ammonendolo severamente, lo cacciò via subito e gli disse: «Guarda di non dire niente a nessuno; va’, invece, a mostrarti al sacerdote e offri per la tua purificazione quello che Mosè ha prescritto, come testimonianza per loro».
Ma quello si allontanò e si mise a proclamare e a divulgare il fatto, tanto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma rimaneva fuori, in luoghi deserti; e venivano a lui da ogni parte.

 

 

Al tempo di Gesù la lebbra era un elemento emarginante:

coloro che ne erano colpiti dovevano restarsene a distanza

e nessuno poteva avvicinarsi;

non soltanto per il rischio del contagio

ma anche perché era proibito dalla Legge.

In questo caso avviene un fatto strano,

sia da parte del lebbroso che si avvicina a Gesù

e lo supplica in ginocchio, e sia anche da parte di Gesù

che non solo lo fa avvicinare,

ma addirittura lo tocca con la mano.

Non corrono parole tra di loro, ma solo tanta comprensione

e una forte compassione, comprensibile soltanto

se si riesce a guardare l’altro con lo stesso sguardo di Gesù,

ossia non con gli occhi della testa ma col cuore.

Da quel “se vuoi” pieno di fiducia che gli fa rischiare tutto,

scaturisce il “Si lo voglio!” di Gesù che accetta il rischio.

E succederà che mentre l’uomo non saprà trattenersi

dal raccontare a tutti ciò che ha ricevuto, disubbidendo

anche Gesù, Gesù, prendendo su di sé il male del lebbroso,

si rende prigioniero dell’amore e sarà costretto a rimanere

fuori della città, quasi che il lebbroso sia diventato lui.

Ma anche qui la gente lo verrà a cercare.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           

OGNI GIORNO LA PAROLA PER LA VITA
se vuoi ricevere ogni giorno la parola dell’Oasi riempi il modulo qui sotto: