Categories: Oasi, Parola del Giorno

MEDITANDO CON IL CALENDARIO DELL’OASI – Giovedì – 25a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno:  “chi è dunque costui, del quale sento dire queste cose?”

Vangelo del giorno: Lc 9,7-9

 

Dal Vangelo secondo Luca
In quel tempo, il tetràrca Erode sentì parlare di tutti questi avvenimenti e non sapeva che cosa pensare, perché alcuni dicevano: «Giovanni è risorto dai morti», altri: «È apparso Elìa», e altri ancora: «È risorto uno degli antichi profeti».
Ma Erode diceva: «Giovanni, l’ho fatto decapitare io; chi è dunque costui, del quale sento dire queste cose?». E cercava di vederlo.

 

 

 

Erode è preoccupato.

Tra la sua gente circolano voci che lo turbano

a proposito di un tale di nome Gesù, che lui non conosce,

e la cui identità, non ben compresa, dalla gente viene scambiata

con qualche personaggio dell’antico testamento

e persino con Giovanni il Battista risuscitato:

uno della cui morte lui era più che certo

perché l’ordine di decapitarlo lo aveva dato lui.

Chi è costui? È la domanda che molti si ponevano

e giunge fino a lui.

La sua curiosità lo turba ancor di più

e il desiderio di vederlo, accompagnato forse

dall’inquietudine e dalla paura

derivante dalla sua coscienza sporca,

non viene accontentato.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              

OGNI GIORNO LA PAROLA PER LA VITA
se vuoi ricevere ogni giorno la parola dell’Oasi riempi il modulo qui sotto:



    %d Notizieger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: