Categories: Oasi, Parola del Giorno

MEDITANDO CON IL CALENDARIO DELL’OASI – Venerdì – FERIA DI AVVENTO

Parola del giorno:  “Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe”

Vangelo del giorno: Mt 1,1-17       

 

Dal Vangelo secondo Matteo
Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo. Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe,Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli, Giuda generò Fares e Zara da Tamar, Fares generò Esrom, Esrom generò Aram, Aram generò Aminadàb, Aminadàb generò Naassòn, Naassòn generò Salmon, Salmon generò Booz da Racab, Booz generò Obed da Rut, Obed generò Iesse, Iesse generò il re Davide.
Davide generò Salomone da quella che era stata la moglie di Urìa, Salomone generò Roboamo, Roboamo generò Abìa, Abìa generò Asaf, Asaf generò Giòsafat, Giòsafat generò Ioram, Ioram generò Ozìa, Ozìa generò Ioatàm, Ioatàm generò Àcaz, Àcaz generò Ezechìa, Ezechìa generò Manasse, Manasse generò Amos, Amos generò Giosìa, Giosìa generò Ieconìa e i suoi fratelli, al tempo della deportazione in Babilonia.
Dopo la deportazione in Babilonia, Ieconìa generò Salatièl, Salatièl generò Zorobabele, Zorobabele generò Abiùd, Abiùd generò Eliachìm, Eliachìm generò Azor, Azor generò Sadoc, Sadoc generò Achim, Achim generò Eliùd, Eliùd generò Eleàzar, Eleàzar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù, chiamato Cristo.
In tal modo, tutte le generazioni da Abramo a Davide sono quattordici, da Davide fino alla deportazione in Babilonia quattordici, dalla deportazione in Babilonia a Cristo quattordici.

 

Abramo, il capostipite.

Il primo che, con cuore libero, si avventura

in una storia personalissima con Dio.

Dopo di lui – e qui l’elenco è ben studiato –

molti altri, da suo figlio ai figli dei suoi figli,

collegano il suo nome, in ordine decrescente,

a quello di Giuseppe di Betlemme

che, garantendo il passaggio per il re Davide,

rannoda la catena fino a lui.

Abramo: un nome che Dio ha ritoccato

trasformandolo – da “Abram”, “padre nobile, elevato”-

a Abraham “padre di moltitudine” o anche “di molti popoli”.

Padre nella fede e richiamo a una promessa.

Nome che dice una persona, ma nello stesso tempo

narra di uno stile di rapporto, di fiducia e di obbedienza,

che tanti nei secoli hanno e stanno tenendo vivo.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              

OGNI GIORNO LA PAROLA PER LA VITA
se vuoi ricevere ogni giorno la parola dell’Oasi riempi il modulo qui sotto: