Categories: Oasi, Parola del Giorno

MEDITANDO CON IL CALENDARIO DELL’OASI – Giovedì – 1a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno:  ” Se vuoi, puoi purificarmi!”

Vangelo del giorno: Mc 1,40-45

Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, venne da Gesù un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!». E subito, la lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato.
E, ammonendolo severamente, lo cacciò via subito e gli disse: «Guarda di non dire niente a nessuno; va’, invece, a mostrarti al sacerdote e offri per la tua purificazione quello che Mosè ha prescritto, come testimonianza per loro».
Ma quello si allontanò e si mise a proclamare e a divulgare il fatto, tanto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma rimaneva fuori, in luoghi deserti; e venivano a lui da ogni parte.

 

 

Il lebbroso di quel tempo rappresenta

la categoria dei più bisognosi ed emarginati;

ma proprio da lui impariamo una preghiera

tanto semplice e umile che muove Gesù a compassione.

E, nonostante fosse contagioso accostarlo,

gli fa sentire la sua vicinanza con il tocco della mano

mentre con la voce gli comunica

la decisione di esaudire la sua richiesta.

A cose fatte Gesù gli ordina di non dire niente a nessuno,

ma quell’uomo non riesce a trattenere l’accaduto

e lo divulga dappertutto, al punto tale che Gesù

non poteva più entrare nei centri abitati.

Come se il lebbroso ora fosse diventato lui.

La cosa interessante è, però, che mentre prima

è il lebbroso che da solo va da Gesù,

ora che lui ha dato l’annuncio ad andar da lui

sono in molti e da ogni parte.

                            

OGNI GIORNO LA PAROLA PER LA VITA
se vuoi ricevere ogni giorno la parola dell’Oasi riempi il modulo qui sotto: