Categories: Oasi, Parola del Giorno Tags: , ,

MEDITANDO CON IL CALENDARIO DELL’OASI – Giovedì – 30a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno:il terzo giorno la mia opera è compiuta”

Vangelo del giorno: Lc 13,31-35

 

Dal Vangelo secondo Luca

In quel momento si avvicinarono a Gesù alcuni farisei a dirgli: «Parti e vattene via di qui, perché Erode ti vuole uccidere». Egli rispose loro: «Andate a dire a quella volpe: “Ecco, io scaccio demòni e compio guarigioni oggi e domani; e il terzo giorno la mia opera è compiuta. Però è necessario che oggi, domani e il giorno seguente io prosegua nel cammino, perché non è possibile che un profeta muoia fuori di Gerusalemme”.

Gerusalemme, Gerusalemme, tu che uccidi i profeti e lapidi quelli che sono stati mandati a te: quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli, come una chioccia i suoi pulcini sotto le ali, e voi non avete voluto! Ecco, la vostra casa è abbandonata a voi! Vi dico infatti che non mi vedrete, finché verrà il tempo in cui direte: “Benedetto colui che viene nel nome del Signore!”».

 
 
 
 

Anche Gesù nella sua vita terrena

ha avuto affrontare e sopportare momenti assai difficili.

In questo caso gli viene comunicato

che Erode minaccia di ucciderlo.

Ma lui, che conosce bene la sua missione,

anziché fuggire e emettersi al sicuro,

invia a Erode messaggeri per comunicargli

la sua volontà determinata di continuare

a fare ciò che sta facendo

per tutto il tempo che gli è stato assegnato.

OGNI GIORNO LA PAROLA PER LA VITA
se vuoi ricevere ogni giorno la parola dell’Oasi riempi il modulo qui sotto:



    %d Notizieger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: