Categories: Parola del Giorno

30 gennaio 2014 – Giovedì della 3a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno : “Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio…?”

Vangelo del giorno Mc 4,21-25     

La parabola è precisa e il suo messaggio è chiaro.
Se la lampada, che è chiamata a fare luce,
una volta accesa deve restar nascosta,
meglio tenerla spenta,
perché non viene usata per la sua funzione
e non facendo luce a nessuno
arderebbe inutilmente.
Per l’uomo la funzione corrisponde alla missione
che alla base presuppone una chiamata
che a sua volta esige una libera risposta.
Il cristiano è a conoscenza che la missione di far luce
è legata al suo stesso essere cristiano;
e sa anche che, per essere se stesso,
non potrà mai permettersi di spegnere la luce.
La riceve e la trasmette
con la vita che risplende della luce del Signore.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù diceva [alla folla]: «Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio o sotto il letto? O non invece per essere messa sul candelabro? Non vi è infatti nulla di segreto che non debba essere manifestato e nulla di nascosto che non debba essere messo in luce. Se uno ha orecchi per ascoltare, ascolti!».
Diceva loro: «Fate attenzione a quello che ascoltate. Con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi; anzi, vi sarà dato di più. Perché a chi ha, sarà dato; ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha».