Categories: Parola del Giorno

7 marzo 2014 – Venerdì dopo le Ceneri

Parola del giorno : “Perché noi e i farisei digiuniamo molte volte e i tuoi discepoli non digiunano?”

Vangelo del giorno Mt  9,14-15   

Nessuna domanda cade mai a vuoto.
E se pure ce ne sono di quelle che non trovano risposta,
talvolta succede anche che  le risposte
che arrivano improvvise riescono a fugare tanti dubbi
e mettere in cammino per avventure nuove.
Nell’episodio che qui vien riportato
la domanda esige una risposta,
un chiarimento e una giustificazione
poiché, a loro modo di vedere,
il comportamento dei suoi discepoli
non è in sintonia con i dettami della Legge.
Senza scomporsi Gesù chiarisce il fatto
offrendo il richamo al comportamento di tutti
nel banchetto nuziale in presenza dello sposo.
Di sicuro non è quello il tempo giusto
perché gli invitati possano digiunare.
Il messaggio che arriva a coloro che hanno posto la domanda
dobrebbe esser chiaro: che se loro non lo sanno –
ma dovrebbero capirlo –
l’amore rispetto al digiuno, è molto più importante.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, si avvicinarono a Gesù i discepoli di Giovanni e gli dissero: «Perché noi e i farisei digiuniamo molte volte, mentre i tuoi discepoli non digiunano?».
E Gesù disse loro: «Possono forse gli invitati a nozze essere in lutto finché lo sposo è con loro? Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto, e allora digiuneranno».