Categories: Parola del Giorno

10 Agosto 2017 – Giovedì – San Lorenzo

Parola del giorno :Se uno serve me, il Padre lo onorerà

Vangelo del giorno: Gv 12,24-26               

E sicuramente non è cosa da poco,
essere onorati direttamente da Dio Padre.
Gesù lo assicura ai suoi discepoli invitandoli a seguirlo
con umiltà e semplicità di cuore:
virtù che garantiscono il successo perché dicono
l’atteggiamento giusto dell’autentica sequela.
Non è un obbligo, ma soltanto una proposta,
che, però, diventa condizione indispensabile
per ottenere quello che promette.
Si può anche fare orecchie da mercante,
e cercare di tener per sé vita e frutto,
ma siamo avvisati, e resteremmo aridi, vuoti e infine soli,
con la morte che incombe e sarà per tutti.
Ma se si sceglie di giocar d’anticipo,
accogliendo il suo invito e accettando la logica del dono,
fino al punto di impegnar la propria vita
e imparando a vivere servendo e trafficando
i doni ricevuti, fossero anche piccoli come chicchi di grano,
la promessa di Gesù si compirà, e il Padre
che tutto a lui concede, provvederà a fare
quello che Gesù ha promesso.

 

Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «In verità, in verità io vi dico: se il chicco di grano, caduto in terra,

non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto. 
Chi ama la propria vita, la perde e chi odia la propria vita in questo mondo, la conserverà per la vita eterna. 
Se uno mi vuole servire, mi segua, e dove sono io, là sarà anche il mio servitore.
Se uno serve me, il Padre lo onorerà».