Categories: Oasi, Parola del Giorno

MEDITANDO CON IL CALENDARIO DELL’OASI – Sabato – 2a settimana di Avvento

Parola del giorno:  “Così anche il Figlio dell’uomo dovrà soffrire per opera loro”

Vangelo del giorno: Mt 17,10-13 

 

Dal Vangelo secondo Matteo
Mentre scendevano dal monte, i discepoli domandarono a Gesù: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elìa?». Ed egli rispose: «Sì, verrà Elìa e ristabilirà ogni cosa. Ma io vi dico: Elìa è già venuto e non l’hanno riconosciuto; anzi, hanno fatto di lui quello che hanno voluto. Così anche il Figlio dell’uomo dovrà soffrire per opera loro». Allora i discepoli compresero che egli parlava loro di Giovanni il Battista.

 

L’affermazione sembra fatta di passaggio,

ma quello che Gesù dice è importante e fondamentale.

Parla del Battista facendo intendere,

ai discepoli che lo hanno interrogato,

che Giovanni è l’Elia il cui ritorno è annunciato

e previsto prima della venuta del Messia.

Ma non si ferma lì, perché dalla sorte del Battista

prende lo spunto per annunciare

che proprio come Giovanni anche lui

non sarà riconosciuto, ma rifiutato e ucciso.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              

OGNI GIORNO LA PAROLA PER LA VITA
se vuoi ricevere ogni giorno la parola dell’Oasi riempi il modulo qui sotto: