Categories: Parola del Giorno

3 gennaio 2014 – Venerdì prima dell’Epifania

Parola del giorno : “Dopo di me viene uno che è avanti a me.”

Vangelo del giorno Gv 1,29-34       

Eccolo finalmente! Gesù gli passa innanzi, non lontano;
e questa per Giovanni è l’occasione
per additarlo ai suoi discepoli,
ai quali di lui ha già parlato e detto molto;
compreso il fatto che chi veniva dopo era da prima
e lui che lo aveva preceduto era stato inviato
con il compito preciso di preparagli la strada.
Ora Gesù è lì, davanti ai loro occhi
e la soddisfazione per Giovanni
dev’esser molto grande,
se, immediatamente, non solo lo presenta,
ma si fa da parte perché anche loro
possano fargli posto nel loro cuore.
Per lui l’occasione di incontrarlo già c’è stata
al momento del battesimo, sulle rive del Giordano,
ma questo è l’appuntamento più propizio
perché la sua testimonianza faccia breccia nei discepoli
e anche lui, da precursore, si lasci sorpassare
e si ponga dietro da discepolo.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Giovanni, vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo! Egli è colui del quale ho detto: “Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era prima di me”. Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare nell’acqua, perché egli fosse manifestato a Israele».
Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: “Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo”. E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio».