Categories: Parola del Giorno

14 gennaio 2014 – Martedì – 1a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno : “Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!”

Vangelo del giorno   Mc 1,21b-28     

Il demonio non sopporta la presenza di Gesù.
Talvolta incassa senza farsi accorgere,
ma quando non riesce a tratterere il suo malessere
esplode, grida, si dimena, tenta di disturbare
dirottando l’interesse e l’attenzione;
anche con Gesù in qualche caso,
nel tentativo di portare a casa
qualche briciola di illusione di vittoria,
propone qualche compromesso.
Ma davanti al suo ordine severo,
che gli impedisce persino di parlare,
a malavoglia, è costretto ad obbedire
e a lasciare l’uomo di cui si era impossessato,
biascicando qualche mezza verità
che non gli serve a nulla.
Con grande meraviglia dei presenti
che diffondono l’accaduto dappertutto.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, [a Cafarnao,] insegnava. Ed erano stupìti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi.
Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!». E Gesù gli ordinò severamente: «Taci! Esci da lui!». E lo spirito impuro, straziandolo e gridando forte, uscì da lui.
Tutti furono presi da timore, tanto che si chiedevano a vicenda: «Che è mai questo? Un insegnamento nuovo, dato con autorità. Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!».
La sua fama si diffuse subito dovunque, in tutta la regione della Galilea.