Categories: Parola del Giorno

11 agosto 2015 – Martedì – 19a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“…chiunque si farà piccolo come questo bambino, costui è il più grande nel regno dei cieli”

Vangelo del giorno: Mt 18,1-5.10.12-14    

Gesù ha una grande considerazione della piccolezza
e sa che dovendo considerarla davanti a un Dio, che è Padre,
non c’è migliore immagine per valorizzarla
che quella di un bambino.
A lui, infatti, indirizza il pensiero dei discepoli
quando li scopre mentre discuton tra loro
su chi sia il più grande nel regno dei cieli.
Lo fa con le parole, ma soprattutto con il gesto
di mettere un bambino in mezzo a loro
e invitando tutti a prenderlo a modello
per diventare come lui.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel momento i discepoli si avvicinarono a Gesù dicendo: «Chi dunque è più grande nel regno dei cieli?». 
Allora chiamò a sé un bambino, lo pose in mezzo a loro e disse: 
«In verità io vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli. Perciò chiunque si farà piccolo come questo bambino, costui è il più grande nel regno dei cieli. E chi accoglierà un solo bambino come questo nel mio nome, accoglie me.
Guardate di non disprezzare uno solo di questi piccoli, perché io vi dico che i loro angeli nei cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli. 
Che cosa vi pare? Se un uomo ha cento pecore e una di loro si smarrisce, non lascerà le novantanove sui monti e andrà a cercare quella che si è smarrita? In verità io vi dico: se riesce a trovarla, si rallegrerà per quella più che per le novantanove che non si erano smarrite. Così è volontà del Padre vostro che è nei cieli, che neanche uno di questi piccoli si perda».