Categories: Parola del Giorno

22 maggio 2017 – Lunedì – 6a settimana di Pasqua

Parola del giorno :“…chiunque vi ucciderà crederà di rendere culto a Dio

Vangelo del giorno: Gv 14,15-21      

Se fosse un augurio, sarebbe da temerlo
e da fuggire lontano mille miglia.
Ma quel che Gesù dice è previsione di quanto accadrà
e anticipazione, perché ai suoi discepoli, di ieri e di oggi,
quando verrà il momento, non manchi il coraggio
per affrontare le difficoltà e far vincere l’amore.
Quanto accadrà a loro a lui è già successo;
e sarà lo stesso Spirito, promesso
e assicurato come dono del Padre e del Figlio,
a renderli testimoni coraggiosi,
capaci di vincere lo scandalo e.. resistere
fino alla testimonianza estrema,
quella della vita donata per amore,
come ha fatto lui.
Credere che quel che Gesù dice vale anche per noi
aiuterà, per farci trovar pronti, a chiedere allo Spirito
di stringerci a Gesù,
ogni giorno di più.

Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:
«Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio.
Vi ho detto queste cose perché non abbiate a scandalizzarvi. Vi scacceranno dalle sinagoghe; anzi, viene l’ora in cui chiunque vi ucciderà crederà di rendere culto a Dio. E faranno ciò, perché non hanno conosciuto né il Padre né me. Ma vi ho detto queste cose affinché, quando verrà la loro ora, ve ne ricordiate, perché io ve l’ho detto».